«

»

Jun 14 2013

Le Guardie Giurate non sono pubblici ufficiali

11 Flares 11 Flares ×

guardia giurata accoltellata in una rissaUna recente sentenza della Corte di Cassazione (sentenza n°25152, depositata il 7 Giugno) ha ribadito che le guardie giurate non sono Pubblici Ufficiali, ma ha anche sancito che una guardia giurata ha la sola attribuzione istituzionale di tutela del patrimonio e, nel caso in cui intervenga in un ambito al di fuori di queste attribuzioni, non riveste nemmeno la qualifica di incaricato di pubblico servizio

Il caso

alcuni anni fa un commerciante, vedendo scoppiare una rissa fuori dal suo locale, ha richiesto l’intervento delle guardie giurate incaricate di sorvegliare il complesso residenziale in cui si trova l’attività. All’arrivo delle guardie la rissa era già terminata e le persone coinvolte erano fuggite tutte ad eccezione di una. Nel tentativo di trattenere il sospetto le due guardie giurate sono state aggredite e ferite con un coltello da quest’ultimo.

La sentenza

Il tribunale di Bari prima, e la Corte d’appello poi, avevano decretato che il reato fosse riconducibile all’art. 336 c.p. “Violenza o minaccia ad un pubblico ufficiale”, riconoscendo di fatto la qualifica di incaricato di pubblico servizio in capo alle due guardie giurate in quanto intervenute su segnalazione del titolare di un esercizio commerciale “innanzi al quale si stava verificando una rissa”, ritenendo che l’intervento fosse stato richiesto allo scopo di tutelare la proprietà mobiliare e immobiliare dell’esercizio, ricompreso nell’ambito di un complesso residenziale in cui svolgevano attività di vigilanza.

La corte di Cassazione, invece, ha decretato diversamente:

le guardie giurate possono essere destinate, previa autorizzazione prefettizia, soltanto alla vigilanza e alla custodia di entità patrimoniali, rivestendo la qualifica di incaricato di pubblico servizio allorché svolgano attività complementare a quella istituzionalmente loro affidata; si è anche precisato che sebbene in servizio presso pubbliche amministrazioni, esse svolgono esclusivamente compiti di tutela del patrimonio e che, qualora intervengano al di fuori delle loro attribuzioni istituzionali non possono assumere la qualità di incaricati di pubblico servizio ovvero di pubblici ufficiali (Sez. VI, 14 novembre 2008, n. 45444, Divano; Sez. VI, 27 aprile 2004, n. 28347, Addari).

La sentenza della Cassazione ha di fatto annullato la precedente condanna stabilendo che le guardie giurate, qualora intervengano al di fuori dell’ambito di tutela del patrimonio che sono incaricate di proteggere, sono considerate alla stregua di un privato cittadino.

Qui trovate la trascrizione dell’intera sentenza.

11 Flares Twitter 0 Facebook 11 Google+ 0 LinkedIn 0 11 Flares ×

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

11 Flares Twitter 0 Facebook 11 Google+ 0 LinkedIn 0 11 Flares ×